Decreto Rilancio 2020: con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 è stato possibile studiare attentamente l’articolo 119 rubricato “Incentivi per efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico e colonnine di ricarica di veicoli elettrici che ha posto fine ad indiscrezioni ed interpretazioni più o meno corrette a causa di testi che, come sempre accade nell’era moderna, non essendo ufficiali portavano a dubbi su alcuni aspetti delle agevolazioni cosiddette Superbonus, Ecobonus e Sismabonus

Grazie a questa misura infatti sarà possibile effettuare alcuni tipi di lavori in casa propria gratis, sfruttando il meccanismo della cessione del credito e dello sconto in fattura. L’ecobonus al 110 per cento riguarda i lavori di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico (sismabonus) per particolari categorie di lavori che portino alla riduzione di almeno due classi di consumo energetico. I lavori che danno diritto alla detrazione del 110 per cento sono ammessi nei condomini anche per le seconde case, mentre sono escluse le seconde case se sono villette unifamiliari.

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del Decreto Rilancio  del Superbonus Ecobonus e Sismabonus, si precisano meglio i contorni del super ecobonus, consistente nella possibilità di ottenere una detrazione fiscale spalmata in cinque anni pari al 110% delle spese sostenute per lavori effettuati tra il 1° luglio prossimo e il 31 dicembre 2021.
Ma nel decreto rilancio, al capitolo ecobonus, è prevista un’altra importante novità. La cessione del credito o lo sconto infattura si potranno richiedere non solo per la detrazione dell’ecobonus o del sismabonus al 110, ma anche per i lavori di ristrutturazione o per l’ecobonus al 50%, ma anche per il bonus facciate al 90%. E non solo per i lavori eseguiti a partire dal 1ºluglio, ma anche per i lavori di ristrutturazione già eseguiti in passato. Si potrà trasformare lo sconto in credito da cedere alle banche.

Come sempre, se volete creare un opera, realizzare un arredamento, progettare uno spazio, non esitate a contattarci compilando l’apposito modulo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *